Viaggiare con il cane

 

Avv. Claudia Taccani

Sportello Legale OIPA

 

 

In aereo

 

Prima di partire è consigliabile appurare con largo anticipo la disponibilità effettiva dei posti per l’animale e accertarsi che i voli non abbiano caratteristiche tali da impedire il loro viaggio.

Quando si prenota un viaggio è inoltre opportuno controllare se il volo prevede scali in paesi di transito, serve quindi informarsi sugli obblighi sanitari anche del paese di transito non solo di quelli relativi al paese di arrivo.

Per avere informazioni sugli obblighi di cui sopra, risulta opportuno rivolgersi al proprio veterinario di fiducia o alla Asl competente nonché al Consolato del paese di destinazione.

Per viaggiare negli stati membri dell’Unione Europea, i cani e i gatti devono essere muniti di: un passaporto ( rilasciato per cani con tre mesi compiuti e dopo 21 gg dalla vaccinazione antirabbica) rilasciato da un veterinario, come da Regomento Comunitario n. 998/03 e successive modifiche, rinnovo automatico di anno in anno e richiamo antirabbica, che riporti le vaccinazioni effettuate, un certificato ad hoc che attesti lo stato di buona salute dell’animale e devono essere identificati con un chip elettronico per attestare l’iscrizione ad una anagrafe canina regionale. Gli animali di età inferiore ai 3 mesi, quindi non ancora sottoposti al vaccino antirabbia, non possono viaggiare in Europa.

L’animale deve essere tenuto sempre in un contenitore-cuccia, con dimensioni specifiche per ogni compagnia ed è consentito il trasporto in cabina o in stiva.

Comune denominatore alle compagnie aeree è il peso del cane. Di solito fino a 10 kg è possibile tenerlo nel contenitore-cuccia in cabina, mentre se maggiore lo stesso andrà in stiva.

Ma le regole sono determinate in base alle condizioni di trasporto e, pertanto, risulta necessario consultarle prima di partire.

Cani guida: il trasporto di cani per passeggeri non vedenti e/o non udenti è gratuito e senza limiti di peso. Viaggiano con museruola e guinzaglio insieme al passeggero non vedente. È necessario il certificato medico.

Interessante, la possibilità concessa ai cani della SICS ( scuola italiana cani salvataggio) grazie ad un accordo con la Swiss International Air Lines. I super eroi hanno infatti la possibilità di viaggiare nella cabina di un aereo a bordo di voli di linea intercontinentali (condizioni sul sito www.canisalvataggio.it )

Compagnie aeree low cost non favorevoli….

Le compagnie low cost in genere non ammettono animali domestici sui loro voli, ma viene consentito l’accesso ai cani guida per passeggeri non vedenti o non udenti.

 

 

 

 

In treno

 

Ferrovie dello Stato - Trenitalia

Per trasportare i cani, con eccezione del cane guida per non vedenti, è necessario il certificato di iscrizione all’anagrafe canina, o “passaporto” del cane per i viaggiatori provenienti dall’estero.

Tale certificato deve essere esibito al momento dell’acquisto del biglietto ed in corso di viaggio. In caso di inadempimento, durante il controllo, si è soggetti a penalità di € 25.00 con obbligo di scendere alla prima fermata.

Salvo particolari eccezioni è ammesso il trasporto gratuito di cani, gatti e altri animali da compagnia di piccola taglia in tutte le categorie di treni e nei livelli di servizio AV Executive, 1^ Business, 2^ Premium e 2^ Standard, se custoditi in appositi contenitori (uno per viaggiatore) di dimensioni non superiori a 70x30x50 cm (sono esclusi i treni ETR 450). Per ogni contenitore eccedente le dimensioni ammesse si è soggetti ad una penalità di € 8,00.

Il trasporto (gratuito) di cani guida è ammesso senza vincoli su tutte le categorie di treni.

Sono ammessi cani di qualsiasi taglia provvisti di museruola e guinzaglio, Su sui treni IC/EC, ICN, sui treni Frecciarossa Frecciabianca Frecciargento si può trasportare un cane di qualsiasi taglia in prima e seconda classe e nei livelli di servizio Business e Standard. Sono esclusi il livello di servizio Executive, Premium, l’Area del silenzio e i salottini. Per il trasporto del cane si deve acquistare presso qualsiasi Biglietteria o Agenzia di viaggio abilitata contestualmente al proprio biglietto, un biglietto di seconda classe o livello Standard al prezzo Base previsto per il treno utilizzato ridotto del 50%,anche per i viaggi in prima classe e nel livello di servizio Business.

Su treni REGIONALI sono ammessi cani di qualsiasi taglia provvisti di museruola e guinzaglio (salvo diversa disposizione regionale) solo su piattaforma o vestibolo dell’ultima carrozza. Con esclusione degli orari 7-9 dei giorni feriali dal lunedì al venerdì, previo pagamento di biglietto di seconda classe scontato del 50%.

Su Vetture Cuccette, Comfort, Vagone letto, Excelsior il compartimento deve essere acquistato per intero.

Sul sito www.trenitalia.com sono disponibili ulteriori informazioni.

 

 

 

Italo

I cani il cui peso non superi i 10kg e i gatti devono viaggiare nel trasportino che andrà alloggiato nelle bagagliere e nelle immediate vicinanze del sedile del proprietario.

I cani di peso superiore ai 10kg hanno uno spazio dedicato per ciascun ambiente.

Il cane andrà tenuto sempre al guinzaglio e dovrà indossare la museruola rigida o morbida nelle fasi di salita e discesa dal treno o su richiesta del personale.

Il proprietario riceverà un kit che contiene un tappetino igienizzante, realizzato con polimeri superassorbenti e antiodore dove dovrà accucciarsi il cane.

I cani guida per persone ipovedenti possono viaggiare senza limiti di taglia e peso.

Per il trasporto dei cani di ogni razza e peso è necessario il certificato di iscrizione all’anagrafe canina. Nel caso di Viaggiatori provenienti da paesi esteri, gli animali dovranno essere muniti dei sistemi di identificazione e del passaporto.

I piccoli animali domestici, i gatti, i cani di piccola taglia e i cani guida viaggiano gratuitamente.

Per il trasporto di piccoli animali domestici, gatti, cani fino ai 10kg e cani guida non è necessario comunicare preventivamente la loro presenza a bordo.

Il trasporto di cani superiori ai 10 kg deve essere invece richiesto con 24 ore di anticipo sulla data del viaggio.

 

 

 

In nave e traghetto

 

Non sussiste alcuna normativa che ponga un divieto di trasporto ma, ciascuna Compagnia, ha la possibilità di inserire nelle condizioni generali di trasporto, le modalità e i costi per il trasporto degli animali da compagnia.

In generale, i cani devono viaggiare muniti di guinzaglio e museruola e devono essere provvisti di un valido certificato di vaccinazione e di buona salute rilasciato dal veterinario o dalle ASL.

Su alcuni traghetti esiste uno spazio adibito a canile dove il cane può essere ricoverato se di grossa taglia, mentre se è di piccola taglia, in genere, può restare sul ponte col padrone.

In alcuni casi, delle Compagnie permettono anche ai cani di grossa-media taglia di viaggiare insieme ai loro proprietari sul ponte, purché muniti di guinzaglio e museruola.

Alcune compagnie consentono l'accesso alla cabina ma se interamente prenotata. I gatti devono essere alloggiati nel trasportino.

 

 

 

In automobile

 

Il trasporto degli animali da compagnia viene previsto dal nostro Codice della Strada all’art. 169, comma 6, che prevede:

“(omissis) è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida.

È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri.”

Ad esempio, il tenere un piccolo cane sulle ginocchia del guidatore, costituisce un potenziale pericolo e, quindi, passibile di sanzione pecuniaria. La sanzione in caso di violazione consiste nel pagamento di una somma da € 80 a € 318.

ATTENZIONE: Se si deve effettuare un lungo viaggio e trasportare più di un animale, tenere in considerazione la normativa comunitaria che disciplina in maniera dettagliata come procedere per tutelare il benessere dell’animale. Ad es. nel regolamento viene previsto la tipologia di veicolo che deve essere omologato, il numero massimo di animali, la tipologia di trasportino, l’areazione ecc.

 

Sul motociclo e sul ciclomotore

 

L’art. 170, comma 5, del Codice della Strada dispone:

 

“Sui motoclici e sui ciclomotori a due ruote è vietato trasportare oggetti che non siano solidamente assicurati, che sporgano lateralmente rispetto all'asse del veicolo o longitudinalmente rispetto alla sagoma di esso oltre i cinquanta centimetri, ovvero impediscano o limitino la visibilità al conducente. Entro i predetti limiti, è consentito il trasporto di animali purché custoditi in apposita gabbia o contenitore.”

 

Ringraziamenti

 

Un ringraziamento particolare all'Avvocato Claudia Taccani che ha fornito questo materiale.

 

Diritti

 

Pubblicato su questo sito con l'autorizzazione di Claudia Taccani (2013).

2010 - present

2010 - present

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Classic
  • Google Classic

Dr.ssa Daniela Cardillo team Victoria Stilwell   Laurea in Educazione Cinofila (Università Pisa)   Cell. 334 28 68 759

info @ greendogs.it            Marchi registrati. Copyright © 2018 Daniela Cardillo  - All rights reserved - (P.IVA: 03273880132)

  • Attenzione: il sito propone contenuti a solo scopo informativo che non possono mai sostituire la consulenza di un medico